Un'impresa familiare

Il meglio della Tradizione

Alla fine del XIX secolo che Francesco Bertazzoni fonda la sua impresa, dopo aver visto arrivare a Guastalla alcune cucine economiche a legna, sui vagoni della nuova

ferrovia che collega la città ai centri industriali del Nord. Con l’aiuto del figlio Antonio, decide di iniziare a fabbricarle. Il successo è immediato e, in breve, il marchio Bertazzoni si afferma in tutta Italia.

La famiglia costruisce la prima fabbrica nel 1909, ampliata poi negli anni ’20. Dopo i tragici avvenimenti che sconvolgono l’Europa negli anni ’30 e ’40, gli anni ’50 vedono l’avvio di un periodo di continua crescita. I primi fornelli a gas Bertazzoni vengono prodotti nel 1953, seguiti da cucine a gas, ulteriormente perfezionate, nel 1958, dall’aggiunta di un forno.

Negli anni successivi l’azienda conquista nuovi mercati – in Europa, all’inizio, poi nel Medio Oriente e nell’area del Pacifico. Nel 2005 Bertazzoni fa il suo ingresso sul mercato nordamericano.

Attualmente l’impresa impiega tecniche di produzione avanzate, mutuate dall’industria automobilistica. Tra queste troviamo: stoccaggio minimo, flussi veloci, tempi di realizzazione ridotti. Dal 2010 la produzione è raddoppiata, grazie ai grandi e moderni impianti.

La costante presenza sul mercato di nuovi modelli Bertazzoni fa sì che il marchio continui a fare tendenza in cucina. Con la sua creatività, la cura nei dettagli e la qualità del design, una cucina Bertazzoni ti regala tutto il piacere di vivere bene nella tua casa.

L'ingegneria come tradizione

Precisione Accuratezza e Stile

Quando comincia a produrre cucine economiche a legna, il fondatore dell'azienda, Francesco Bertazzoni, è un ingegnere che fabbrica bilance di precisione per i caseifici, gli uffici e le farmacie nella sua città natale, Guastalla e nei dintorni.

Da allora la tradizione della famiglia Bertazzoni è sinonimo di creatività e design di ottimo livello, progettazione e costruzione d’alta qualità.

Dopo cinquant’anni di successi nella produzione di cucine economiche a legna, Bertazzoni è tra le prime aziende, negli anni ’50, a passare all’uso del gas, aprendo così la strada alle cucine domestiche a gas di alta ingegneria, oggi garanzia di qualità nei mercati di tutto il mondo.

Bertazzoni vanta, da lunga data, collaborazioni con l’industria automobilistica italiana e gli studi dei maggiori designer italiani, per mantenere le cucine Bertazzoni all’avanguardia nell’innovazione, grazie alla progettazione e all’impiego della migliore tecnologia.

Il design dei prodotti Bertazzoni esalta le capacità e comprende le esigenze di chi cucina, nei dettagli fantasiosi e nell’eleganza per i quali gli italiani sono famosi.

Tecnologia di alta qualità

Dal settore automobilistico sono mutuate le attuali tecniche di produzione di alta qualità, che prevedono stoccaggi minimi, flussi semplificati e accelerazione dei tempi di approvvigionamento.

Differenziando e specializzando l’offerta, la strategia d’impresa si è evoluta, per far fronte alla domanda di prodotti con prestazioni sempre più elevate.

I vantaggi che ne derivano sono praticità, efficienza e sicurezza in cucina. Le recenti innovazioni introdotte comprendono piani cottura a induzione elettrica, modelli a doppia combustione, forni elettrici multifunzione e forni pirolitici autopulenti.

La precisione, l’accuratezza e la competenza si traducono in caratteristiche tecniche di altissimo livello, per offrire affidabilità e solidità. Un elettrodomestico Bertazzoni dura tutta la vita.

Un'impresa sostenibile

Da quando, mezzo secolo fa, Bertazzoni inizia la produzione di cucine economiche a gas, l’azienda si è sempre dimostrata sensibile alle tematiche dell’efficienza energetica, dell’ambiente e del clima.

Alla tecnologia è dovuto il costante miglioramento dell’efficienza energetica e dei diversi generi di combustibile delle cucine Bertazzoni.

Cucine, piani cottura, cappe di aspirazione e accessori sono prodotti principalmente in acciaio inossidabile e in altri metalli. Poche sono le parti in plastica. La maggior parte dei materiali è quindi riciclabile.

La terra dei sapori

Emilia Romagna

La sede del gruppo Bertazzoni è a Guastalla, tra Reggio Emilia e Parma, in una regione, l’Emilia Romagna, che si estende dalla costa orientale, sul mare Adriatico, fin quasi a raggiungere il mar Tirreno, a ovest.

Quando Roma dominava il mondo, questa terra dell’abbondanza era nota come “il granaio dell’Impero romano”.

Le origini del prosciutto di Parma risalgono a oltre 2000 anni fa. Nel 100 a.C. Catone per primo esalta il sapore squisito del prosciutto crudo prodotto nei dintorni dell’attuale città di Parma.

I principali prodotti

Grazie a un terreno tra i più fertili d'Italia, l’Emilia Romagna è coltivata a campi e frutteti in modo intensivo. È inoltre la regione più importante in Italia per la produzione di carne di manzo e di maiale.

Tartufi bianchi, funghi di bosco, verdure e legumi di ogni tipo crescono in questa regione, e spesso vengono utilizzati per zuppe e condimenti.

La maggior parte dei pomodori italiani proviene da questa zona. Molti vengono inscatolati ed esportati insieme a vari tipi di frutta, quali ciliegie, prugne e mele cotogne.

L'arte di cucinare

Grazie a tutti i suoi prodotti di qualità, l’Emilia Romagna ha una ricca tradizione culinaria. Tra i piatti tipici troviamo le tagliatelle col ragù alla bolognese, le verdure marinate nell’aceto balsamico e la torta fritta, avvolta in squisite fette di prosciutto di Parma.

Il tipico pasto tradizionale, composto da antipasto, primo, secondo, contorno, dolce, frutta e caffè è un’esperienza di varietà, aromi e colori meravigliosi.

La pasta è accompagnata da una grande varietà di condimenti, dai profumati ragù di carne, a quelli di verdure. E su tutto il Parmigiano-Reggiano, un ingrediente indispensabile.

Il risotto si sposa con qualunque condimento e si adatta ad ogni occasione, come primo o come contorno.

Le carni della regione, soprattutto pollo, manzo, vitello e maiale vengono cucinate in mille ricette diverse, tutte ricche di sapore. Ottimo il pesce, servito in zuppe, ma anche cotto al forno con profumato olio, aglio e prezzemolo.

La regione è ricca di frutta, specialmente di pesche, ciliegie, fragole, pere e meloni. Rinomata la frutta secca, conclusione ideale di qualunque pasto.

I tradizionali vini che accompagnano questi cibi prelibati sono il Lambrusco leggermente frizzante dell'Emilia orientale, o della Romagna occidentale, il corposo Sangiovese rosso per la carne e il Trebbiano bianco secco per il pesce.