Pizza Margherita

Si racconta che nel mese di giugno del 1889 il cuoco napoletano Raffaele Esposito abbia creato la pizza Margherita in onore della Regina Margherita di Savoia, utilizzando ingredienti che avevano gli stessi colori della bandiera italiana: il basilico (verde), la mozzarella (bianco) e il pomodoro (rosso) e pare che la pizza abbia suscitato l’entusiasmo di Sua Maestà.

 

La pizza al pomodoro, invece, già esisteva dalla seconda metà del XVII secolo, quando la coltivazione del pomodoro aveva cominciato a diffondersi in Italia. La salsa di pomodoro era stata allora aggiunta alla focaccia di pane schiacciato, nota come pizza, dal greco pitta (πίττα e cioè cotta al forno), la cui versione più semplice è da attribuirsi, addirittura, all’Homo erectus…

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

850 g di farina
350 ml d’acqua
35 g di lievito di birra
500 g di salsa di pomodoro
150 g di mozzarella
qualche foglia di basilico fresco
origano
sale
olio extra-vergine di oliva

 

Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida, aggiungete il sale e poi la farina, quindi lavorateli finché otterrete un impasto morbido e uniforme. Mettetelo in una terrina, copritelo con un canovaccio e lasciate riposare per circa 3 ore e cioè finché il suo volume sarà raddoppiato. Stendete l’impasto con un matterello infarinato - per evitare che si attacchi - finché non risulterà di circa 5 mm di spessore. Versate un po’ d’olio sul fondo di una teglia e stendetevi sopra l’impasto, quindi aggiungete la salsa di pomodoro, il sale e l’origano. Insaporite con un filo sottile di olio extra-vergine d’oliva.
La pizza può essere cotta sia in un forno elettrico, che in un forno a gas. Io preferisco quello a gas, perché la pizza risulta più croccante. Vi do un consiglio: preriscaldate il forno a 250 °C e, poco prima di infornare, abbassate leggermente la temperatura – 15 gradi saranno sufficienti – e poi mettete a cuocere la pizza per 15 minuti circa. A metà della cottura aggiungete la mozzarella, tagliata a cubetti. Prima di servire, guarnite con qualche foglia di basilico fresco.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info